Busan Cinema Center 

Busan Cinema Center, Busan, Corea del Sud 2012, Coop Himmelb(l)au

Nel 2005, il Festival internazionale della cultura architettonica di Busan in Corea del Sud ha organizzato un concorso di progettazione per un nuovo Centro cinematografico di Busan che avrebbe ospitato il Festival internazionale del cinema di Busan (BIFF). L’obiettivo del progetto era duplice, diventare un’icona della città e portare il BIFF tra i 3 festival cinematografici più importanti del mondo, esaltando la città di Busan, considerata la seconda città più grande della Sud Corea con 3,7 milioni di abitanti, in tutto il mondo.

“Once we build architecture like aircraft wings we will no longer need columns”.

Progetto

OBIETTIVI | L’obiettivo era quello di fornire alla città di Busan un pezzo di architettura iconica che facesse il giro del mondo. Nel complesso, il progetto mira a ridefinire il tradizionale rapporto tra spazi pubblici, privati, cultura e tecnologia, facendoli vivere tutti in armonia, non come elementi separati, ma come parte di un progetto completo. I visitatori possono così passare da uno spazio chiuso ad uno aperto senza rendersene conto, eliminando i confini tra pubblico e privato, tra quando inizia e finisce lo spettacolo.

SPAZI | Il progetto di Coop Himmelb(l)au per il Busan Cinema Center, sede del Busan International Film Festival (BIFF), rappresenta una nuova combinazione di cultura, intrattenimento, tecnologia e architettura con uno spazio pubblico. Il concept prevede un centro urbano con aree sovrapposte, per un totale di 55.000 m2, composto da: la Urban Valley, la Red Carpet Zone, la Walk of Fame, il Memorial Court e il BIFF Canal Park. Gli edifici ospitano teatri, cinema, un centro congressi, uffici, studi di produzione e ristoranti, i cui confini spaziali confluiscono l’uno nell’altro in un misto di spazi interni protetti e spazi esterni, il più grande dei quali funge anche da cinema all’aperto con posti a sedere per 4.000 persone. Mentre le sale cinematografiche si trovano in un edificio simile a una montagna, lo spazio pubblico del Centro è condiviso tra un cinema all’aperto e un enorme spazio pubblico chiamato Red Carpet Area: attraverso una rampa che conduce lungo un doppio cono, gli ospiti d’onore raggiungono la sala dei ricevimenti. Ognuna delle due aree è sovrastata da due enormi tettoie, una delle quali misura 60 x 120 metri e sporge a sbalzo di 85 metri (tetto a sbalzo più lungo del mondo).

COPERTURA | Il Double Cone, insieme alla copertura, sono gli elementi simbolici di ingresso al Busan Cinema Center, collegando il Cinema Mountain e il BIFF Hill. Progettato come un guscio di acciaio-traliccio, appoggiato su lastre di cemento armato, rappresenta l’unica struttura di supporto verticale per il grande tetto sporgente. Tenendo presente le varie reinterpretazioni del tetto come elemento architettonico integrale, Coop Himmelb(l)au ha sviluppato i tetti del Busan Cinema Center come una copertura dello spazio senza colonne che si avvicina di più all’idea di un tetto “volante”, ulteriormente differenziato dal suo soffitto articolato tridimensionalmente e quindi non solo uno schermo di proiezione orizzontale. Installazioni luminose sul tetto, coordinate con un’ampia varietà di eventi organizzati dal BIFF o dal Comune di Busan, possono essere programmate da artisti e light designer per presentare grafiche completamente animate.


Shape

L’elemento che contraddistingue in modo particolare questa architettura è la copertura; dalla forma, la costruzione di una copertura libera da sostegni, si avvicina molto all’idea di un tetto “volante” inteso non come schermo orizzontale, bensì come elemento articolato anche in senso tridimensionale. Gli elementi del tetto esterno illuminato anche a LED, agiscono come un cielo virtuale, e collegano l’edificio e le piazze in uno spazio urbano pubblico continuo e multifunzionale. Media, tecnologia, intrattenimento e svago si fondono in un’architettura aperta di esperienze di eventi mutevoli e su misura. Il risultato è uno spazio di flussi reattivo e mutevole che agisce come catalizzatore urbano per lo scambio e la trasformazione culturale.

Wireframe

La struttura della copertura, è una struttura tridimensionale di travi in ​​acciaio che formano una serie di capriate collegate tra loro. A sua volta, il Double Cone che sostiene queste travi, è anch’esso una struttura tridimensionale composta da una serie di triangoli vuoti, ma in calcestruzzo a vista. La copertura è quindi ricoperta da lastre in vetro, che essendo anch’esse di forma triangolare, sembrano dare una continuità alla grande ossatura a forma di cono, unico elemento strutturale dell’opera.

Discretize

Nella copertura e struttura del Double Cone, sono leggibili forme triangolari che nell’insieme, replicandosi con regolarità, caratterizzano l’entrata del Busan Cinema Center, formando una texture di elementi geometrici semplici, a dar forma alla trama di superficie. Nel complesso quindi, attraverso la loro forma triangolare, le varie parti edilizie creano una tensione dinamica e informale tra il suolo e il tetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...