Allianz Arena

Allianz Arena, Monaco, Germania 2005, Herzog & deMeuron studio

L’Allianz Arena, stadio del FC Bayern München, completato nel 2005 (€ 280 milioni), ha ospitato le partite della Coppa del Mondo in Germania 2006 ed è diventato un’icona dell’architettura mondiale. Con il suo aspetto esterno insolito e camaleontico, la sua facciata può cambiare colore a seconda della squadra, rendendo lo stadio unico e caratteristico. Con una capienza di 66.901 posti, lo stadio ospita attualmente le partite del FC Bayern München (stadio condiviso con il TSV 1860 München fino al 2006).

“Allianz Arena, das “Schlauchboot” Deutschlands”

Progetto

ACCESSI | Lo stadio si trova in un’area suburbana di Monaco, nel nord-est della città, e molto vicino al suo limite territoriale. L’accesso principale dei tifosi avviene attraverso una sorta di boulevard verde, riccha di chioschi e bancarelle che vendono prodotti ufficiali del Bayern, progettata sopra i parcheggi sotterranei (circa 10 mila posti, il parcheggio più grande d’Europa),spazi commerciali, punti di ristoro e spazi diversificati per lo svago ed il tempo libero. La composizione è formata da percorsi curvilinei che si intrecciano e ampi spazi erbosi, insieme ai pali di illuminazione che sono stati progettati appositamente. I vuoti servono a favorire la circolazione dell’aria dei parcheggi.

STADIO | Lo stadio è concepito come impianto destinato prevalentemente ad uso calcistico, ma al tempo stesso utilizzabile indipendentemente dallo svolgimento di manifestazioni sportive, grazie alla presenza di sale conferenze, ristoranti, negozi sportivi, spazi per l’intrattenimento e kinder-garden. L’intenzione degli architetti era quella di realizzare uno stadio come opera di architettura completa e non esclusivamente di ingegneria. La struttura si sviluppa su tre anelli ciascuno con diversa pendenza. I tre anelli, di cui solamente due visibili all’esterno, sono organizzati in totale su sette livelli, che dividono giocatori, stampa, VIP, staff, sicurezza e pubblico in generale.  La struttura principale dell’impianto è in calcestruzzo armato gettato in opera combinato con elementi prefabbricati che costituiscono i solai e le gradinate. La copertura è invece realizzata con struttura metallica a traliccio disposta in modo radiale aggettante, permettendo così l’assenza di elementi di sostegno che possano disturbare la visione da qualsiasi punto delle gradinate.

RIVESTIMENTO | La griglia in acciaio che si estende dal tetto alla facciata è ciò che rende unico il progetto. La griglia è ricoperta da cuscini pneumatici in membrana trasparente, ETFE, a forma di diamante, indeformabili, ignifughi e resistenti. A causa della complessa geometria, solo 2 dei circa 2.784 cuscini in ETFE hanno la stessa forma. È stato necessario sviluppare visualizzazioni computerizzate 3D di quasi 1.400 dimensioni personalizzate. La membrana in ETFE (Etilene TetrafluoroEtilene) ha uno spessore di 2 mm e copre 2.874 pannelli gonfiabili, montati manualmente fino a 55 metri di altezza. Il materiale in copertura è traslucido al 98%, consentendo alla luce naturale di raggiungere l’erba. La membrana non ha bisogno di essere cambiata periodicamente, come in altri stadi. Alcuni di questi pannelli misurano 35 m2. Dopo l’installazione, i pannelli della copertura vengono gonfiati con aria tramite pompe ad aria poste nella parte superiore dell’edificio. L’aria viene pompata ai pannelli tramite tubi e le ventole mantengono una pressione costante al loro interno. Ognuno dei 2.874 pannelli è dotato d’illuminazione artificiale interna che permette un cambio di colore del “guscio”, che rendono l’Allianz Arena uno spettacolo luminoso nelle notti di Monaco.

IMPATTO | La volumetria dell’Allianz Arena ha un aspetto monolitico. Questa omogeneità aggiunta alla sua monumentalità fa sì che il blocco arrotondato acquisisca un enorme peso visivo.  Tuttavia, mentre l’Arena diventa pesante, i suoi cuscini a membrana gonfiabili sembrano farla galleggiare. Questa sensazione di fluttuazione è rafforzata dal fatto che le membrane non raggiungono il pavimento, con un distacco di circa 4 metri di altezza dal piano della piazza, restituendo l’idea di un edificio “sospeso” e vibrante Per questo motivo l’Allianz Arena è popolarmente conosciuta anche con il nome di Schlauchboot (gommone).


Displacement

Un’architettura raffinata soprannominata con il termine “gommone”, poiché attraverso l’uso di cuscini di forma romboidale in membrana sintetica, riempiti di aria ad umidità controllata, è perseguita la leggerezza che definisce la forma dell’edificio stesso. Lo stadio, avvolto in questi cuscini di ETFE, trasforma quindi la realtà del cemento interno in qualcosa di apparentemente privo di peso e quasi portatile, rendendo l’idea di struttura gonfiabile.

Discretize

La membrana di rivestimento è composta da 2816 cuscini, costituiti da due fogli di ETFE (Etilene TetrafluoroEtilene), materiale riciclabile al 100%, indeformabile e durabile. Queste “bolle” romboidali che compongono il rivestimento hanno una lunghezza variabile dai 4 sino agli 8 metri, mentre la larghezza parte da un minimo di 2 per arrivare ad un massimo di 4.25 metri. La forma complessiva dello stadio è generata quindi dalla trama dei cuscini diversi fra loro, che definiscono l’Allianz Arena come un’architettura atmosferica. Un edificio di “aria” che nell’aria sembra librarsi.

Emerging

L’Allianz Arena di Monaco di Baviera è una delle più grandi costruzioni a membrana al mondo.  Ogni elemento è composto da due membrane nella cui combinazione risiede l’unica distinzione tra facciata e copertura: bianco/trasparente per la pelle verticale; trasparente/trasparente per quella orizzontale.  Il risultato è un effetto di continuità che persegue l’ideale di leggerezza: il rivestimento sembra galleggiare, fluido e lieve, rispetto al terreno, come una sorta di pallone aerostatico. Non esiste distinzione tra facciata e copertura. Inoltre, anche la scocca retroilluminata trasforma l’edificio in una spettacolare, unica, scultura luminosa, che trasmette l’atmosfera all’interno dello stadio all’esterno come un sismografo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...